Recensione de “Il segreto del vicolo della serpe” sul blog Libri di Cristallo

Il segreto del vicolo della serpe

 

Sul seguitissimo blog letterario Libri di cristallo un’originale recensione del primo romanzo della saga delle Sibille dell’Infernaccio “Il segreto del vicolo della serpe”.

Il libro in questione non è classificabile, perché al suo interno si trova di tutto. Abbiamo delle scene romance che si intrecciano ad una trama legata ad un assassinio, che a sua volta si collega ad immagini fantasy che vengono prodotte dal mito della Sibilla, ambientata sui monti Sibillini.
La cosa che più mi è piaciuta di questo libro è che mi ha riportata indietro nel tempo, perché i luoghi in cui si svolge la storia sono posti che conosco. In particolare mi ha ricordato di quando da piccola andavo sui monti Sibillini ed ascoltavo le leggende legate a questa Sibilla e alle sue Ancelle. E’ stato molto bello leggere una storia ambientata in una terra che mi è familiare. Credo sia la prima volta in assoluto che mi capita, escludendo una volta in cui un luogo vicino a casa mia è stato nominato per una scena soltanto.
La trama è intrigante e si svolge tutta attorno alla misteriosa scomparsa di una bambina e ad un’aggressione rivolta a Laura, entrambe avvenute sui Monti Sibillini, un luogo che dalla sua descrizione emana un’aura magica ed intensa.
La narrazione è velocissima e semplice, ma nonostante questo non risulta banale. Un’altra cosa interessante sono i passaggi tra la realtà interna di Laura e quella esterna. Il racconto, infatti, viene visto sia dall’esterno, che dall’interno della mente della protagonista e la sua interiorità è rappresentata davvero bene. Mi è piaciuto conoscere le sue emozioni, sopratutto per quanto riguarda il suo rapporto con Ezio.
I personaggi sono pochi e ben sviluppati, anche se forse alcuni di loro avrebbero meritato un po’ di attenzione in più, come l’assassino della nonna di Laura, il cui incontro forse avrebbe dovuto essere un po’ più sottolineato, invece di renderlo estremamente veloce. Magari anche l’attrazione tra Laura e l’uomo che lavora al suo caso avrebbe potuto essere marcata un po’ di più.
Infine, posso dire che il tutto è piacevole da leggere, nonostante il tema forte, e il finale lascia una piacevole sensazione di sorpresa e di curiosità. Sono davvero curiosa di leggere il seguito che, spero, verrà scritto presto!”
I personaggi verranno ancora più sviluppati nel prossimo sequel, siete pronti?
Un immenso grazie alla blogger Ilenia per il suo articolo, a presto!

Lascia un tuo commento da Facebook:

Leave A Response

* Denotes Required Field